E’ partita la 31ma edizione di Volley Scuola con la vittoria del Matteucci. Nella palestra del CristoRE di scena l’entusiasmo

Buona la prima per l’IIS Matteucci che, nello Junior Maschile, ha regolato a domicilio il Cristo RE con un eloquente 3-0. Netto il gap tra le due contendenti nonostante il tifo mai venuto meno dei padroni di casa. Encomiabili gli alunni sugli spalti armati di bandiere che non hanno mai smesso di sventolarle sostenendo i proprio beniamini con cori e applausi, a dimostrazione che, certo, è bello vincere, ma si può anche solo partecipare con entusiasmo e alla fine la sconfitta pesa meno.

Prima della gara, la Fipav Lazio, rappresentata da Alessandro Fidotti, ha consegnato la maglietta ufficiale della manifestazione ai due capitani, ai due docenti-allenatori e al vicepresidente della Fondazione Cristo RE Alessandro Corsi che ha dato il via alla gara con una simbolica battuta. Successivamente ha portato il suo saluto il Presidente della stessa Fipav Lazio Andrea Burlandi. Da domani il via alla lunga teoria di gare che condurrà Volley Scuola alle finali di maggio al Palazzetto dello Sport di Roma. Al Cristo Re nuovo appuntamento il 5 aprile con un seminario sui Valori dello Sport.

Le voci dal campo….

Il vicepresidente della fondazione Cristo Re è onorato di ospitare la partita inaugurale del Volley Scuola ed entusiasta per la partenza di questo progetto.

“Ringraziamo il comitato regionale e la Fipav per aver organizzato ancora una volta questo bellissimo progetto su cui scommettiamo da ormai diversi anni, perché sport e scuola sono il binomio per eccellenza. Il volley scuola è un momento formativo importantissimo per i ragazzi, noi come istituto e fondazione continueremo ad investire nello sport perché sarà uno dei principi su cui si baserà la nostra azione formativa dei prossimi anni.”

Carlo Palmieri, professore dell’IIS Matteucci, è contento per l’atmosfera che si è creata e, ovviamente, per la vittoria.

“È stata una bella partita e siamo contenti di portare a casa questa vittoria fuori casa. Questo trofeo è sempre divertente da giocare, soprattutto perché nella categoria junior la maggior parte dei ragazzi non gioca a pallavolo oltre l’orario scolastico. Sicuramente un progetto del genere aiuta tutto il movimento a crescere ed avvicinare i ragazzi a questo sport”

Giulia Fortunato, professoressa ed allenatrice del Cristo Re, è comunque soddisfatta dei ragazzi e pone l’attenzione sui valori che rispecchiano la pallavolo e il Volley Scuola.

“La partita è andata abbastanza bene al di là della sconfitta, dopotutto siamo una squadra giovane, non è molto che ci alleniamo insieme, quindi è un risultato che ci può stare, miglioreremo sicuramente. La cosa fondamentale è che i ragazzi si siano divertiti, perché la pallavolo è bella soprattutto per il clima che la circonda. Volley scuola è un’iniziativa che riesce a connettere differenti istituti, creando sinergie tra gli studenti per poteri dare loro una visione più ampia di questo sport.”

 

I nostri Partner

Management Creare e Comunicare | Coding Digitest.net