Menu Campionati Nazionali

Ufficiali di gara

Cerca nel sito

News dalle Società

Real Caffè/Moka Sirs Sabaudia: passione e alto livello
Il Real Caffè/Moka Sirs Sabaudia si rit ...
Andrea Doria Tivoli verso il debutto in Serie B2
Per l’Andrea Doria si avvicina il gior ...

Menu Download

Photo

Video

News dalle Società

SG Volley Roma, quando nei trionfi al maschile c'è quel tocco di rosa

Quattro ragazzi che hanno iniziato con il minivolley e tanti altri che si sono aggiunti e susseguiti negli anni hanno visto coronarsi un grande sogno: la vittoria del campionato maschile di Serie C. Merito loro, senza dubbio, ma forse quel tocco di rosa in società ha fatto la differenza.

 

 

 

Due le donne ai vertici dell’SG Volley, associazione di pallavolo romana: il Presidente, Paola Minocchi, e l’allenatrice, Stephanie Tirelli. L’ideatrice del progetto è proprio lei, Paola, un passato glorioso nella pallavolo italiana, nonostante un incipit sui generis.

“Ho iniziato da bambina con la pallacanestro – racconta – poi a 16 anni sono passata alla pallavolo senza più lasciarla”. Primo approccio con la rete, dopo il canestro, è stato con la Libertas San Saba militante nel campionato di Serie B. Una sola stagione è bastata per spalancare le porte della Serie A: dalla Roma Volley passando per l’Aster Roma e il Tor Sapienza allenato da Simonetta Avalle, Paola Minocchi non ha mollato il massimo campionato nazionale per ben 20 anni, spesso giocando, insegnando e allenando, fino alla costituzione della ASD San Gaetano.

“L’ASD è parte di un percorso nato nella scuola elementare dove insegnavo scienze motorie e nel pomeriggio facevo mini volley. La sua costituzione – spiega Paola Minocchi – è stata il giusto proseguimento di un’attività lavorativa di insegnante, ma anche un passaggio naturale per me dapprima atleta, poi allenatrice. Oggi mi ritrovo ad essere l’elemento trainante di una società che è cresciuta, si è aperta ad altri sport e necessita di tanta cura, ma è stato tutto abbastanza fisiologico”.

In un mondo, quello della pallavolo, dove ai vertici sembra ci siano solo poltrone per uomini, Paola Minocchi dirige la sua creatura, non senza l’aiuto e il supporto di un’importante figura, nella vita privata e nello sport: Claudio Di Coste, marito, vice campione mondiale di pallavolo nel 1978, Cavaliere dello Sport e direttore sportivo della SG Volley.

“L’associazione è una cosa voluta fortemente da me, nata e cresciuta con me – ci tiene a sottolineare – il supporto di Claudio è stato prevalentemente tecnico. A livello dirigenziale le scelte sono quasi esclusivamente mie, nel bene e nel male. Quello che c’è di bello è che comunque è un’esperienza che viviamo sempre uno al fianco dell’altra. Siamo sempre presenti insieme tanto che nell’ambiente dell’asd ci chiamano i “presidentissimi”. Veniamo equiparati essendo una coppia in associazione, ma soprattutto nella vita”.

Quest’anno, dopo la mirabile direzione tecnica di Giuseppe Coloprisco, è arrivata a guidare la prima squadra Stephanie Tirelli. “Cercavamo una figura in grado di guidare la squadra che era pronta a spiccare il volo – spiega Paola – non abbiamo cercato una donna, ma è arrivata lei e ha fatto la differenza”Stephanie Tirelli, allenatrice dal 1998, è cresciuta con il mito della pallavolo: “Avevo quattro anni quando ho costretto mia madre a portarmi in campo, incantata dai cartoni animati che raccontavano la vita delle pallavoliste – ricorda Stephanie con il sorriso – Partendo dal mini volley, ho fatto tutte le categorie fino alla serie B. Per 8 anni ho allenato e giocato in contemporanea. Quando poi si è fatto più impegnativo il ruolo dell’allenatore ho dovuto fare una scelta”.

Compito delicato quello dell’allenatrice di squadre maschili. “I rapporti all’inizio sono complicati, bisogna evitare di essere sottovalutati, ma senza cadere nella troppa durezza. La difficoltà è tutta lì. Passato il primo periodo, a dinamiche stabilizzate, non è più importante se davanti si ha una squadra maschile o femminile o, viceversa, un allenatore uomo oppure donna. L’ambiente della SG Volley aiuta a sentirsi in famiglia. Fino a due anni fa ero la sola in tutta Italia ad allenare gruppi maschili regionali e nazionali – conclude Stephanie – oggi sono molto soddisfatta del lavoro svolto. In campionato abbiamo vissuto un bellissimo testa a testa con la Volley Team Monterotondo. Festeggiare la promozione in casa è stato qualcosa di unico”.







Our website is protected by DMC Firewall!

Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni